Il ritorno del lupo: una convivenza difficile ma possibile?

Il ritorno del lupo sulle Alpi è ormai un dato di fatto ineludibile, che in questi ultimi due anni ha assunto proporzioni significative, conquistando anche spazio nel dibattito pubblico. Il territorio di Condove, con i suoi alti e vasti pascoli, 15 alpeggi e oltre 2 mila capi tra bovini e ovini, sta vivendo in prima persona questa situazione.

 
Ecco perché parlare di lupo nel periodo della Fiera della Toma.

 
Per discutere di questa problematica attraverso un momento di confronto, basato su dati reali e scientifici e, soprattutto, approfondendo il tema della difficile convivenza tra il lupo e le attività pastorali e turistiche, dando voce sia al mondo tecnico e scientifico, sia a quello agricolo e produttivo.

La conferenza affronterà il tema del ritorno del lupo sulle Alpi e in Valle di Susa, contestualizzato nella più ampia situazione della penisola, con cenni alla sua biologia e al suo monitoraggio; ma affronterà anche gli aspetti problematici del ritorno del lupo sempre più vicino alle attività antropiche, elemento che ha cambiato e cambia equilibri e pratiche di allevamento, con esigenze vissute e mutate degli allevatori. Un ambito in cui la convivenza rappresenta una difficile e moderna sfida tutta da affrontare.

Protagonisti dell’incontro, che verrà corredato dalla proiezione di immagini e dati, saranno Luca Giunti, guardiaparco delle Aree Protette delle Alpi Cozie, Sergio Barone, della Coldiretti, e Dario Fracchia e Alessia Di Blasio, veterinari dell’ASL TO3.

Articolo precedente
AmoToma nei ristoranti condovesi
Articolo successivo
Percorsi di viaggio con il Museo Valsusino della Resistenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu